Accedi al sito
Serve aiuto?

LA STERILIZZAZIONE DEL CONIGLIO

La sterilizzazione nel coniglio è sempre consigliata. La maturità sessuale viene raggiunta attorno ai 5-6 mesi di vita. A questa età i maschietti cominciano spesso a marcare il territorio con le urine e quindi a sporcare di più in casa, e cercano di accoppiarsi a volte montando i piedi o le mani dei proprietari. Le femmine non sterilizzate possono essere più scontrose e nervose, ma soprattutto hanno un'altissima incidenza di tumori uterini.

 

L'intervento di orchiectomia (nel maschio) o di ovariectomia (nella femmina) vengono eseguiti in anestesia generale, per cui è sempre preferibile effettuare prima un esame del sangue per verificare l'effettiva salute dell'animale e diminuire i rischi anestesiologici. Al coniglietto viene applicato un catetere venoso e viene poi intubato, collegato ad un circuito respiratorio e monitorato da un veterinario che si occuperà esclusivamente dell'anestesia durante tutte le fasi dell'intervento. Queste tecniche, eseguite con perizia, riducono i rischi anestesiologici. Non è neccessario il digiuno prechirurgico.